CPR – LA NUOVA ERA DEI CAVI

E’stata pubblicata la nuova Variante 4 della Norma CEI 64-8, che riguarda la scelta dei cavi elettrici in vista dell’imminente entrata in vigore del nuovo Regolamento europeo CPR. È disponibile e in vigore dal 1 giugno 2017 la nuova Norma CEI 64-8;V4 “Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1.000 V in corrente alternata e 1.500 V in corrente continua”, che aggiorna la Norma CEI 64-8 per l’allineamento della norma stessa alle disposizioni del Regolamento prodotti da Costruzione UE 305/2011 (CPR), che entrerà in vigore il 1 luglio 2017.

La norma CEI 64-8 V4 indirizza in modo unico e univoco progettisti e installatori all’impiego dei nuovi cavi elettrici destinati ad essere incorporati in modo permanente in opere di costruzione o in parti di esse, così come definito all’articolo 2 comma 3 del Regolamento CPR.

Non seguire le indicazioni della 64-8 V4 porterà a sanzioni, come previsto nell’articolo di legge in studio al Parlamento che la Comunità Europea ha chiesto a tutti i

Paesi EU di introdurre.

La Norma CEI 64-8 V4 è destinata a sostituire e/o integrare gli articoli 527.1 “Precauzioni da prendere all’interno di un ambiente chiuso”, 751.04.2.8 “Requisiti delle condutture per evitare la propagazione dell’incendio” e 751.04.3 “Prescrizioni aggiuntive per gli ambienti di cui in 751.03.2” della Norma CEI 64-8:2012, con validità in parallelo fino al 31 dicembre 2017

Con l’entrata in vigore di questa norma si evince come ancora una volta, il comparto dei cavi, anche a fronte di un aggravio economico, voglia tutelare, tramite un organismo di parte terza, gli utilizzatori finali,  innalzando sempre più il livello qualitativo e di sicurezza dei propri prodotti.

Per un maggiore dettaglio vi indirizziamo nell’url sotto riportato alla “Guida completa al Regolamento Prodotti da Costruzione applicato ai Cavi Elettrici”:

urlhttp://aice.anie.it/i-cavi-e-il-regolamento-prodotti-da-costruzione-cpr-ue-30511-2/?contesto-articolo=/documenti-istituzionali/#.WTuwuWjyjIU

                                                                                                                                                                                                                                                      FONTE

 

www.aice.anie.it
www.elettricomagazine.it;
www.casaeclima.com;
www.elettricoplus.it;

 

Share on